Content marketing: i contenuti vincenti su internet

Il content marketing si declina in tutta una serie di produzioni che il brand utilizza per diffondere e rafforzare la propria visibilità online. Quando si imposta un piano di advertising basato sulla forza capillare dei contenuti, la diversificazione è un vero e proprio pilastro per perseguire il proprio obiettivo. Quali sono, dunque, le tipologie di contenuto più efficaci del web?

Video

I video si aggiudicano certamente la corona di contenuti digitali più virali del web. Non è un caso se sempre più imprese scelgono di investire nell’attività di produzione video Milano, Roma, ecc., con l’obiettivo di incrementare le visite e accrescere la propria autorevolezza. Sono innumerevoli i vantaggi che una strategia di editing può apportare al marchio: i video sono i contenuti più virali ed anche quelli di più immediata fruizione, restano in testa più a lungo e sono in grado di veicolare il maggior numero di informazioni. Notevoli vantaggi sono garantiti anche dal punto di vista del marketing: i video aumentano le probabilità di posizionamento di una pagina web e aumentano il tempo di permanenza degli utenti sul sito.

Infografiche

Le infografiche sono apprezzate dal pubblico del web grazie alla loro immediatezza comunicativa. Attraverso un’infografica è possibile veicolare informazioni complesse in maniera chiara e semplice, concentrando l‘attenzione sui punti focali di una questione e senza richiedere particolari sforzi di riflessione al fruitore del contenuto. Per tutte quelle ragioni, l’infografica si rivela un volano per una strategia di content marketing, capace di diffondersi nel cyberspazio in maniera rapida e capillare, rendendo un servizio utile e apprezzabile agli utenti di specifiche nicchie.

Testi

Saranno anche noiosi per i più e, spesso, poco adatti ad attività ludiche e di intrattenimento, ma i contenuti testuali restano una risorsa imprescindibile del web. Senza di essi, posizionare una pagina sul motore di ricerca risulterebbe molto, molto più complicato ma, oltre a ciò, i file di testo rappresentano la risorsa a più immediata disponibilità e l’unico canale utilizzabile per vari tipi di comunicazione imprescindibile per ogni azienda come, ad esempio, i comunicati stampa, una tipologia di contenuto che, ad oggi, sembra ben lontana dal potersi dire superata.

Pic e Gif

Il mondo dei social network non può più prescindere dall’utilizzo di Pic e Gif. La prima è abbreviazione della parola inglese picture, ovvero immagine, e fa riferimento alle immagini che, nell’universo social, alimentano commenti, condivisioni e interazioni di vario genere sfruttando la forza dell’umorismo e dei tranding topics. Le gif, anagramma di Graphics Interchange Format, sono le classiche immagini in movimento, perfette per il linguaggio dei social media perché sintesi perfetta di rapidità e intrattenimento leggero: una soluzione ideale per stemperare la seriosità di un post o per catturare l’attenzione in maniera istantanea, con pochi e immediati fotogrammi.

You must be logged in to post a comment.