Come ottimizzare i contenuti testuali di un blog

seo copy

Se hai eseguito una verifica posizione sito su Google per esaminare l’andamento del tuo blog e hai riscontrato un piazzamento alquanto deficitario dei tuoi articoli, forse la soluzione risiede nell’assenza di una strategia SEO copy adeguata.

Scegli con cura topic e keyword

Prima di scegliere l’argomento del tuo prossimo blog, potrebbe esserti utile uno studio dei trend del momento, per analizzare il sentiment del pubblico e scoprire quali argomenti vadano per la maggiore. Per intercettare il traffico, stare sul pezzo e trattare di temi freschi e di interesse rappresenta un metodo molto efficace. Ma non basta: oltre alla scelta dell’argomento, occorre valutare opportunamente anche le keyword per cui ottimizzare il contenuto. Sia per l’analisi dei trend e sia per le keyword, Google trends si dimostra una risorsa molto utile oltre che gratuita. Con il keyword planner di AdWords puoi integrare le parole chiave correlate a quella principale; anch’esso è gratuito oltre che molto semplice da utilizzare, basta disporre di una casella gmail.

Distribuzione delle keyword

Scelte la keyword principale e le correlate, è il momento di distribuirle al meglio all’interno del testo, evitando la keyword stuffing, ovvero l’eccessivo ricorso delle parole chiave. La principale deve essere presente all’inizio del titolo, nella description, all’interno di un sottotitolo all’interno del testo e almeno due o tre volte all’interno del testo. Poi utilizza sinonimi e correlate in modo da ottimizzare al meglio l’articolo.

Lunghezza del testo e impaginazione

Il testo deve essere lungo non meno di 300 parole, meglio se raggiunge le 400. L’impaginazione preferita da Google è quella che verte sulla schematizzazione. Inserire paragrafi brevi e intervallati da titoletti può fare la differenza in ottica SEO e far guadagnare al contenuto diverse posizioni in SERP.

Link esterni ed intralinking

Utilizzare link di approfondimento autorevoli e utili all’utente piace ai motori di ricerca e dà credibilità al contenuto. Siti come Wikipedia, siti governativi, testate giornalistiche di fama internazionale sono la soluzione ideale. Linkare tra loro gli articoli del blog è un altro stratagemma utile per mantenere l’utente all’interno del sito web e, magari, trasformarlo in un lettore fedele e affezionato.

You must be logged in to post a comment.