Come lavare la moquette e quando farlo

La moquette viene scelta da molte persone per la sua capacità di rendere gli ambienti immediatamente più eleganti, conferendo loro un aspetto unico.

Quando si decide di acquistare la moquette per il proprio pavimento, bisogna però essere pronti a prendersene cura, consci del fatto che essa tenderà a sporcarsi con maggior facilità. Per questo motivo è necessario sapere come lavare la moquette, e definire quando bisogna farlo.

Come lavare la moquette?

La pulizia della moquette ha in generale lo scopo di eliminare la polvere che si accumula e tutti gli acari che in essa si annidano, ma al contempo un altro obiettivo è quello di rimuovere eventuali macchie che potrebbero formarsi nel corso del tempo.

Il primo consiglio per una corretta pulizia della propria moquette è di sfruttare un battitappeto. Questo strumento dovrebbe essere impiegato quotidianamente nel corso delle faccende domestiche, perché in questo modo si limiterebbe l’accumulo della polvere.

Molte persone commettono l’errore di aspirare la polvere solo una volta alla settimana o anche meno frequentemente. Si tratta di un comportamento sbagliato, che non solo porta all’accumulo di una ingente quantità di polvere e di acari, ma rovina anche l’aspetto complessivo della moquette, che ha invece bisogno di essere pulita spesso.

A chi si chiede come lavare la moquette bisogna spiegare assolutamente il famoso metodo Bonnet. Esso consiste nell’impiego di una monospazzola con particolari pads<(i>, la quale viene passata più volte sulla moquette per pulirla a fondo.

I pads si muovono sulla superficie del tappeto e consentono di rimuovere lo sporco. La pulizia viene affiancata ad una fase di rapida aspirazione, in modo che la polvere messa in movimento dalla spazzola possa essere eliminata in modo definito.

Vantaggi del metodo Bonnet

I vantaggi principali del metodo Bonnet sono due: da un lato la possibilità di pulire la moquette a fondo, rimuovendo la polvere e lo sporco anche dagli strati più profondi del tappeto, dall’altro la possibilità di operare una detersione ed asciugatura veloce, a differenza di altri sistemi che richiedono tempi di asciugatura più lunghi.

Il metodo descritto costituisce solo il primo passaggio dell’intero processo di pulitura. Si prosegue poi con l’utilizzo di un apposito sapone, che abbia la caratteristica di creare una schiuma neutra per intrappolare lo sporco.

Dopo aver applicato il sapone, bisogna attendere che esso secchi, così che possa essere facilmente rimosso. Rimuovendo lo strato di sapone, impiegando il battitappeto, si eliminerà anche lo sporco che è stato intrappolato nella stessa schiuma.

Terminata la rimozione del sapone, bisogna procedere con il pettinare la moquette, facendo attenzione a seguire il normale andamento del tessuto. Per essere certi di aver eliminato tutto il sapone utilizzato per detergere la moquette, è utile impiegare dell’acqua calda.

Questa è una fase molto delicata, anche perché è quella dedicata alla rimozione di macchie specifiche. In questa fase ci si potrà concentrare sulle macchie e strofinare in modo vigoroso la zona interessata, allo scopo di rimuovere tutte le imperfezioni presenti.

Quando lavare la moquette?

Per concludere la guida su come lavare la moquette bisogna parlare anche di quando lavarla. Il nostro consiglio è di impegnarsi nella rimozione della polvere quotidianamente o al massimo a giorni alterni, mentre per le operazioni di pulizia più precise si può optare anche per una cadenza mensile. La pulizia completa della moquette dovrebbe invece essere fatta almeno una volta all’anno, preferibilmente da personale esperto in questo tipo di attività. Per essere sicuri di ottenere un risultato professionale, il nostro consiglio è di lavare la moquette con Yougenio: tecnici specializzati interverranno a domicilio per lavare, disinfettare e rimuovere le macchie in modo efficace e tempestivo.

Prendersi cura della propria moquette aiuterà a rimuovere polvere, aloni e macchie che potrebbero danneggiare lo splendore del tappeto e rovinare in questo modo l’aspetto di tutto l’ambiente, che dovrebbe invece sfruttare la stessa moquette per valorizzarsi e per acquisire quel tocco di classe che solo la moquette può garantire.

You must be logged in to post a comment.