4 tipologie di zanzariere tra cui scegliere

A breve avete deciso di montare delle zanzariere ma non ci capite nulla di questi strumenti e non sapete come fare a scegliere? Ebbene, ciò è assolutamento comprensibile. Per i non addetti ai lavori, le zanzariere possono sembrare tutte uguali e tutte con le stesse identiche funzionalità. Peccato però che non sia realmente così.
Ecco perché abbiamo deciso di svelarvi quali sono le più diffuse zanzariere in commercio e tra quali tipologie potete scegliere.

1. Zanzariera a rullo

Le zanzariere a rullo sono davvero molto utilizzate in quanto comode e leggere. Il loro funzionamento è molto semplice: il meccanismo di apertura e di chiusura si basa sull’uso di guide laterali che ne permettono un facile scorrimento dal basso verso l’alto o da sinistra verso destra. Il loro pregio è che sono davvero molto facili da pulire in ogni tipologia di stagione. Il grande difetto, però, è che hanno delle dimensioni comunque standardizzate. Per cui se disponete di porte e finestre dalle dimensioni molto particolari, potrebbe essere molto difficile trovare la zanzariera a rullo perfetta per voi.

2. Zanzariera magnetica

Tra le zanzariere a Bari, Roma e qualsiasi altra città d’Italia più vendute, abbiamo senza dubbio quelle magnetiche. Queste sono composte da semplici pannelli di poliestere e vengono affisse tramite dei semplici adesivi. Possono essere utilizzare indistintamente su qualsiasi tipologia di finestre o di porta poiché ne esistono di altrettante misure. Tra le altre cose, non dimenticate che sono anche un’ottima soluzione economica contro il problema delle zanzare in estate.

3. Zanzariera plissettata

Un’altra tipologia di zanzariera molto comoda è quella plissettata. Questo prodotto si serve di una tecnologia a molla che ne regola quindi l’apertura sulla base delle esigenze del cliente. Un grande vantaggio è che il telaio è realizzato in PVC, per cui è molto resistente sia agli urti che alle intemperie. La zanzariera plissettata, poi, occupa uno spazio davvero molto esiguo in una stanza. Per cui può essere utilizzata anche in case molto piccole. Uno svantaggio? Il suo costo, davvero sostanzioso, dovuto anche alla sua struttura così particolare e funzionale.

3. Zanzariera elettrica

La zanzariera elettrica viene usata in particolar modo in luoghi esterni come verande e giardini. Usa una tecnologia molto efficace: un’illuminazione che attira gli insetti e che al contatto con la struttura, brucia. Tra i vantaggi c’è sicuramente la sua funzionalità perfetta e vincente. Tra gli svantaggi, sicuramente l’estetica (l’apparecchio non è bellissimo da vedere) e la necessità di trovarsi sempre vicino ad una presa di corrente, proprio perché lo strumento si serve dell’elettricità.

You must be logged in to post a comment.