5 curiosità sui biglietti da visita personalizzati

Si sa, ogni imprenditore può decidere di realizzare dei biglietti da visita personalizzati che più rispecchiano la propria idea di business e i valori della sua azienda. Molte volte si è avuto un grado di personalizzazione esagerato che ha portato ad avere il risultato contrario rispetto alle aspettative. Altre volte, sono passati alla storia per i contenuti simpatici ed altre volte ancora il prezzo di una singola Business Card ha reso indimenticabile l’imprenditore stesso. Vediamo allora 5 curiosità sui biglietti da visita personalizzati che ti cambieranno la giornata!

 

 

  • Non esiste un formato standard per i biglietti da visita

 

 

Questi utilissimi strumenti di promozione, non godono di un formato standard a livello internazionale. Di fatti, i formati e le dimensioni variano da Stato a Stato. Ad esempio: in America si adotta l’89×51 mm, l’Australia 90×55 mm, in Giappone 91×55 mm. In Europa, si rimane sugli 85x55mm.

 

 

  • In Asia la consegna del proprio bigliettino ha un galateo ben preciso

 

 

Tra le tradizioni dei Paesi appartenenti al Sol Levante, pare esista una vero e proprio galateo che si applica quando ci si scambia i biglietti da visita personalizzati. Bisogna consegnarlo con entrambe le mani mentre, chi lo riceve, deve osservarlo con attenzione e fare un’osservazione importante a riguardo. Questa pratica permette anche di ricordare bene il nome dell’imprenditore che ci ha fornito la sua Business Card.

 

 

  • Ma anche in Asia ci sono le eccezioni

 

 

L’eccentrico milionario Chen Guangbiao ha il primato per aver un po’ esagerato con la personalizzazione del proprio biglietto da visita. Nel suo vi è presente la sua foto ed una lista di ben 11 titoli tra cui: “Persona più influente in Cina”, “Eroe del soccorso dei terremoti” e “China Moral Leader”. Una persona molto discreta insomma.

 

 

  • Il famosissimo biglietto da visita di Mark Zuckerberg

 

 

Il patron del social network Facebook è passato alla storia per il biglietto da visita più simpatico, a mio avviso. Dopo aver dato alla luce la piattaforma che ha cambiato le nostre vite, ha creato una Business Card con su scritto: “I’m CEO, bitch.”

 

  1. Il biglietto da visita più costoso vale 1500 dollari

 

Sì, avete letto bene. La società inglese Black Astrum realizza dei biglietti da visita personalizzati solo su commissione e di certo, non alla portata di tutti. Sulla superficie di questi cartoncini è possibile aggiungere dei diamanti incastonati e le scritte si possono effettuare anche in oro in rilievo. Tutto al modico prezzo di 1500 dollari. Mica male, no?

 

You must be logged in to post a comment.